Ode alla bicicetta e al ritorno alla normalità

Click here for English version

Qual è stata la prima cosa che hai fatto dopo la quarantena?

Preparatevi, perché questa sarà una domanda che sentiremo spesso nei prossimi mesi.

Qual è stata la prima cosa che hai fatto dopo la quarantena?

Le prime volte sono importantissime. Pensateci: da quando siamo nati le contiamo e le raccontiamo. Le carichiamo di significato. Le ripercorriamo con la memoria. Sono i punti saldi della nostra vita.

Continuo a ripetere che questo periodo per me è stata un’occasione.
Lo credo davvero. Ho scritto, ho letto, ho fatto tantissime foto. Come mai avevo fatto prima. Ho ripreso a parlare di zero waste e ambiente a tempo pieno. Non avevo mai il tempo, prima.

Io, la prima volta che sono uscita di casa dopo questa pandemia mondiale, ho iniziato a pedalare.
Beh, non proprio. Prima abbiamo gonfiato le ruote delle nostre due biciclette – e con abbiamo intendo che Nico l’ha fatto, sotto la mia attenta supervisione. Poi le abbiamo pulite. Solo dopo abbiamo iniziato a pedalare.

La bicicletta è l’oggetto della libertà. E’ la libertà di non stare bloccata nel traffico, è la libertà di rendere il posto in cui viviamo più civile. E’ il vento tra i capelli, è il campanello che suona veloce. Impari una volta ad andare in bicicletta e poi non lo scordi più: ti accompagna per tutta la vita.

Ricorderemo la data del quattro maggio duemilaventi. La ricorderemo come la prima volta che siamo usciti senza alcuno scopo. La ricorderemo perché abbiamo deciso cosa potevamo fare durante quell’uscita. Non siamo usciti per andare al supermercato, né per andare in farmacia. Siamo usciti per il semplice gusto di uscire.
La ricorderemo perché ci siamo trovati nel mezzo di una pandemia quando eravamo giovani, e in futuro avremo così tante storie da raccontare che ne avremo da riempire interi scaffali.


occaṡióne s. f. [dal lat. occasioonis, der. di occasum, supino di occidĕre «cadere»; propr. «avvenimento, caso»; cfr. l’allotropo cagione]. – Circostanza o concorso di circostanze che rendono possibile l’avverarsi di un fatto, o che dànno opportunità di fare qualche cosa.

lìbero agg. [dal lat. liberĕraĕrum]. – 1. a. Che non è soggetto al dominio o all’autorità altrui, che ha facoltà di agire a suo arbitrio, senza subire una coazione esterna che ne limiti, materialmente e moralmente, la volontà e i movimenti.

ENG

Riding my bike back to normality

What was the first thing you did after the lockdown?

Get ready, because this will be a question that we will hear often in the coming months. 

What was the very first thing you did after the lockdown?

First times are important. Think about it: since we were born we count them and we talk about them. We load them with meaning. We retrace them with our memory. They are the strong points of our life.

I keep saying that this period was an occasion for me. 
I really believe it. I wrote, I read, I took many photos. As never before. I started talking about zero waste and the environment almost every day. I never had the time before.

The first time I left home after this world pandemic, I started pedaling
Well, not really. First, we inflated the wheels of our two bicycles – and with we, I mean that Nico did it, under my careful supervision. Then we cleaned them. Only after that did we start pedaling.

Bicycle is the object of freedom for me. It’s the freedom not to get stuck in traffic, it’s the freedom to make the place we live in more civilized. It’s the wind in your hair, it’s the bell that rings fast. Once you learn to ride a bicycle you never forget it: it accompanies you for your whole life.

We will remember the date of May 4, 2020, in Italy. We will remember it as the first time we went out without any purpose. We will remember her because we decided what we could do during that trip. We didn’t go out just to the supermarket or go to the pharmacy. We went out for the simple pleasure of going out. 
We will remember it because we found ourselves in the middle of a pandemic when we were young, and in the future, we will have so many stories to tell that we will have to fill entire shelves.


Occasion noun, uk /əˈkeɪ.ʒən/ – us /əˈkeɪ.ʒən/ – a particular time, especially when something happens or has happened, an opportunity or reason for doing something or for something to happen.

Free adjective, adverb uk /friː/ – us /friː/ – not limited or controlled, not a prisoner any longer, or having unlimited movement, someone or something that is free is not restricted, controlled, or limited, for example by rules, customs, or other people.