Libri che fanno bene: «Perché dormiamo»

Click here for English version
The shorter you sleep, the shorter your life.

[I]l sonno è lo stato in cui dobbiamo entrare per mettere a posto ciò che è stato scombinato durante la veglia. Ma se invece capovolgessimo il ragionamento? Se il sonno fosse così utile […] e la vera questione fosse invece: «Perché mai la vita si è presa la briga di svegliarsi?»

Chi soffre di una malattia cronica o di dolore cronico sa quanto sia difficile affrontare una notte insonne. Quanto sia difficile cercare di riposare e non riuscirci, svegliarsi la mattina dopo più stanchi di prima. Chi soffre di una malattia cronica sa benissimo quanto sia importante dormire.

In questo periodo di quarantena, uno degli aspetti positivi è ritrovare il tempo che non pensavamo di avere. Nell’ultimo post ho accennato brevemente ai libri: i libri ci possono davvero salvare dalla noia e che allo stesso tempo ci insegnano qualcosa. Quindi perché non dedicare il nostro tempo a qualche lettura formativa?

Ho divorato in pochissimi giorni Perché dormiamo di Matthew Walker. La mancanza di sonno non è quasi mai percepita come un problema nella nostra società, che anzi ci spinge a dormire sempre meno seguendo dei ritmi estenuanti.

Del sonno non sappiamo nulla: lo diamo per scontato, ci rendiamo conto di quanto sia importante solo quando non riusciamo a dormire. Per questo è stato bello esplorarne il mondo complesso: capire la funzione del sonno sui ricordi, sulla creatività e in generale il suo impatto sulla nostra vita.

Per esempio: sapete che il sonno è necessario per consolidare la memoria? Il sonno ci permette infatti di cementificare tutte le informazioni che apprendiamo dopo una giornata di studio. E questo non riguarda solamente gli esseri umani: anche i nostri cugini primati, dopo una lunga dormita, sono in grado di ricordare meglio informazioni sull’ambiente in cui si trovano.

Che dire invece dei sogni?

Ieri notte, siete diventati veri e propri psicotici. E stanotte succederà di nuovo.

Sapevate che l’acronimo REM significa Rapid Eye Movement? Esatto: durante questa fase del sonno muoviamo gli occhi da una parte all’altra.
Principalmente durante questa finestra di tempo, ma non solo, si concentrano i sogni, che Walker definisce una vera e propria terapia notturna.

In questa fase del sonno il cervello è privo di ansia e stress, e si lascia andare in un’attività fondamentale per il suo corretto funzionamento. I sogni infatti ispirano la creatività e la capacità di risolvere problemi. Ci permettono di essere ciò che siamo, consolidando molti aspetti della nostra personalità.

Pensate che il sonno non sia un argomento interessante? Riuscirete a ricredervi dopo poche pagine. Se avete uno smartwatch potete anche provare a monitorare le vostre dormite mentre proseguite nella lettura: è un bel modo per toccare con mano il sonno, per entrare in confidenza con le sue varie fasi e per capire come mai vi svegliate stanchi, o molto più riposati rispetto al solito.

ENG

Good books for you: «Why we sleep»

[T]he shorter your sleep, the shorter your life.

People who suffer from a chronic illness or chronic pain knows how difficult a sleepless night can be. How difficult it is to try to rest, to wake up the next morning more tired than before. Those who suffer from a chronic illness know how important sleep is.

During this lockdown, we can find the time that we did not think we had. In the last post I briefly mentioned books: they can save you from boredom and at the same time they teach you something. So why not devote our time to some educational reading?

In the past couple of days I’ve read Why we sleep by Matthew Walker. Lack of sleep is never perceived as a problem in our society, which actually pushes us to always sleep less. 

We know nothing about sleep: we take it for granted and we realize how important it is only when we cannot sleep. It was great to read and explore this complex world: understanding the function of sleep on memory, creativity and its overall impact on our lives.

For example, you know that sleep is necessary to consolidate our memories? Sleep allows us to cement all the information we learn after a day of study. This is not only about human beings: even our primate cousins, after a long sleep, can remember more information about the environment in which they find themselves.

What about dreams?

Last night, you became a real psychotic. And tonight it will happen again.

Did you know that the acronym REM stands for Rapid Eye Movement? That’s right: during this stage of sleep, our eyes move from side to side. 
Mainly during this window of time, but not only, we dream. Walker defines this REM phase a true nighttime therapy.

At this stage of sleep, the brain is deprived of anxiety and stress and indulges in a fundamental activity for its proper functioning. Dreams inspire creativity and improve the ability to solve problems. They let us consolidate many aspects of our personality.

Do you think that sleep is not an interesting topic? You will change your mind after a few pages. If you have a smartwatch you can also try to monitor your sleep: it is a nice way to see how you sleep, to get a feeling of the various phases and understand why you wake up tired, or much more rested than usual.